Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.
Accetto i cookies
STADEIT
homeChi siamoSocietà trasparenteNewsInformazioni utiliContatti
Facile accesso ai mezzi di trasporto STAZIONI & TRENI Sostenibile & sicuro

Con autobus a emissioni zero verso il futuro

Progetto CHIC: incontro a Bolzano

Autobus a cella a combustibile a Bolzano: 600 tonnellate di CO2 in meno
Sono circa quaranta i partner del progetto europeo CHIC che mira ad usare gli autobus con celle a combustibile nel trasporto pubblico, convenuti in questi giorni al Safety Park a Vadena. L'incontro è servito per fare il punto sul progetto pilota: gli autobus a idrogeno - è la conclusione degli esperti - hanno svolto regolarmente i servizi di linea urbani e hanno dimostrato di essere un'alternativa affidabile, convincente, e, soprattutto, a zero emissioni, per la mobilità cittadina.
La Provincia di Bolzano è coinvolta nel progetto CHIC (Clean Hydrogen in European Cities - idrogeno pulito  nelle  città  europee) assieme a città come Aargau, Londra, Milano e Oslo e con i partner dell'industria e della ricerca della STA Spa. Dall'autunno del 2013, in virtù di una partnership con Sasa e con IIT (Istituto tecnologie innovative), nel capoluogo sono in servizio cinque autobus a idrogeno cofinanziati dall'Unione europea.
"Vogliamo rendere la mobilità ancora più sostenibile e l'utilizzo di autobus a idrogeno è un passo in questa direzione", spiega l'assessore alla mobilità Florian Mussner. `La Provincia di Bolzano intende continuare a far parte dei programmi Ue sull'idrogeno e a questo scopo lo scorso anno è stato trasmesso alla Commissione Europea un protocollo d'intesa. Prevista, inoltre, anche l'entrata in servizio di nuovi bus elettrici.
 "L'uso di autobus a emissioni zero si inserisce nel nostro concetto generale di green mobility, che si basa su tre principi: evitare il traffico non necessario, incentivare l'uso di treni e autobus e migliorare la qualità dei mezzi in circolazione", ha dichiarato il direttore di STA Spa, Joachim Dejaco, durante l'incontro al Safety Park.
"Grazie al progetto CHIC e alla collaborazione con vari partner a livello europeo - ha chiarito la responsabile del progetto, Marlene Rinner -  siamo stati in grado di acquisire preziose esperienze e fornire ai produttori degli autobus dati precisi per ottimizzare questa tecnologia". "Ora è necessario capire come questa tecnologia possa essere utilizzata ancora di più ne trasporto pubblico in modo che sia  competitiva anche in termini di costi di gestione", ha affermato Rinner.
A Bolzano, gli autobus a idrogeno sono in servizio dal 2013 sulle linee 10A/10B e sono stati oggetto di interesse di numerose delegazioni provenienti dalle regioni limitrofe e dall'estero. I mezzi percorrono circa 5000 chilometri al mese e a fine agosto 2016 gli autobus avevano percorso complessivamente 530.000 chilometri. "Questo significa che sono state immesse nell'atmosfera 600 tonnellate di Co2 in meno rispetto all'uso di bus diesel convenzionali", ha spiegato Rinner.