Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.
Accetto i cookies
STADEIT
homeChi siamoSocietà trasparenteNewsInformazioni utiliContatti
Facile accesso ai mezzi di trasporto STAZIONI & TRENI Sostenibile & sicuro

Nuove piste ciclabili lungo le linee ferroviarie

Firmato l'accordo tra Provincia e RFI

Grande richiesta per piste ciclabili lungo le linee ferroviarie.
Una convenzione con RFI (Rete Ferroviaria Italiana Spa) per ampliare e migliorare la rete delle piste ciclabili altoatesine, in maniera particolare lungo le linee ferroviarie. L’accordo è stato firmato oggi (15 marzo) a Bolzano dal presidente Arno Kompatscher e dal direttore territoriale di RFI, Pier Paolo Olla.
Treno e bicicletta: uno dei passaggi chiave nella strategia di sviluppo della mobilità made in Südtirol trova applicazione concreta nell’accordo sottoscritto a Palazzo Widmann dal presidente Arno Kompatscher e da Pier Paolo Olla di RFI. “L’accordo – sottolinea Kompatscher – porta vantaggi per entrambe le parti: da un lato diventa più semplice per l’amministrazione provinciale e per le Comunità comprensoriali realizzare piste ciclabili lungo le linee ferroviarie, dall’altro consentirà a RFI di avere accessi più agevoli per necessità legate sia a operazioni di pronto intervento, sia a lavori di manutenzione”. La stipula della convenzione tra Provincia e RFI consentirà in particolare lo sviluppo della rete di piste ciclabili lungo lla linea ferroviaria Bolzano-Merano e la Fortezza-San Candido, compresa la tratta oltre San Candido sino al confine di Stato.
Previste alcune condizioni: innanzitutto per la realizzazione di piste ciclabili in tratti particolarmente difficili del territorio, RFI dovrà esprimere il proprio consenso alla riduzione delle distanze fino a un minimo di 3 metri tra gli elementi dell’infrastruttura ciclabile (compresa la recinzione) e la più vicina rotaia. La Provincia, inoltre, consentirà a RFI di utilizzare le piste ciclabili per lo svolgimento dell’attività di sorveglianza, manutenzione e pronto intervento sulla linea ferroviaria e garantirà la realizzazione di specifici varchi lungo le recinzioni che separano le piste dalla ferrovia. Negli ultimi vent’anni la Provincia ha investito 150 milioni di euro per creare una rete di 500 km d piste ciclabili, a cui si aggiungono 22 stazioni di sosta e noleggio con 7mila biciclette e 600 bici elettriche.