Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.
Accetto i cookies
STADEIT
homeChi siamoSocietà trasparenteNewsInformazioni utiliContatti
Facile accesso ai mezzi di trasporto STAZIONI & TRENI Sostenibile & sicuro

Funivia del Renon: un milione di passeggeri

Restyling della piazza Josef Riehl a Soprabolzano

Funivia del Renon: un vero e proprio magnete per il pubblico
A sette anni dall'entrata in funzione del nuovo impianto, la funivia del Renon taglia un traguardo storico: nel 2016, infatti, è stato superato per la prima volta il muro del milione di passeggeri. Tra gennaio e dicembre, infatti, il numero delle obliterazioni è stato di 1.041.939, con le punte massime fatte registrare nei mesi di agosto (oltre 144mila passeggeri) e luglio (quasi 125mila), e ottimi risultati anche per quanto riguarda settembre (114.604) e ottobre (112.203). "La funivia del Renon - commenta con soddisfazione l'assessore Florian Mussner - si conferma un vero e proprio magnete non solo per i turisti, ma anche per pendolari ed escursionisti, e rappresenta il miglior biglietto da visita per una mobilità sostenibile in grado di rinunciare all'auto privata".
Di tutto rispetto anche i dati fatti registrare dal trenino del Renon, che nell'anno appena concluso ha raggiunto la ragguardevole cifra di 608.776 passeggeri. I mesi record, anche in questo caso, si sono confermati agosto e luglio, con 97mila e 80mila obliterazioni.

In occasione dei 110 anni di attività del trenino, inoltre, a Soprabolzano è previsto anche un intervento di restyling di piazza Josef Riehl, dove si trova la stazione a monte della funivia del Renon. I lavori, coordinati dalla STA (Strutture Trasporto Alto Adige), sono iniziati in questi giorni e si concluderanno entro il mese di giugno. "La fermata del trenino verrà spostata indietro per garantire più spazio e più sicurezza - spiega Mussner - mentre l'ufficio informazioni della locale associazione turistica sarà avvicinato alla stazione della funivia. Si tratta di un ulterire passo in avanti, dopo il rifacimento dell'impianto a fune, il risanamento dell'officina e la messa su rotaia dei nuovi convogli, per una struttura sempre più moderna, efficiente e confortevole".