Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.
Accetto i cookies
STADEIT
homeChi siamoSocietà trasparenteNewsInformazioni utiliContatti
Facile accesso ai mezzi di trasporto STAZIONI & TRENI Sostenibile & sicuro

Tutte le informazioni sul sistema tariffario del trasporto pubblico locale raccolte in una brochure

Si trova in stazioni e biglietterie

Per il secondo anno consecutivo torna "Liberi senz'auto in Alto Adige", brochure aggiornata che raccoglie in modo sistematico tutte le informazioni sul sistema tariffario del trasporto pubblico locale, sull'utilizzo dei titoli di viaggio e degli abbonamenti nonché su diritti e doveri dei passeggeri. Si trova gratuitamente presso i punti vendita del Trasporto integrato Alto Adige e le stazioni ferroviarie, ed è disponibile anche in versione online. Dalla validità dei singoli biglietti e abbonamenti all'utilizzo delle obliteratrici automatiche, dal calcolo delle tariffe alle tessere riservate a studenti e terza età, dal trasporto animali a quello delle biciclette: tutto ciò che c'è da sapere su bus e treni in Alto Adige si può trovare all'interno di questo piccolo manuale disponibile nelle tre lingue ufficiali della Provincia di Bolzano, ovvero italiano, tedesco e ladino.

Secondo l'assessore Florian Mussner si tratta di "un ulteriore passo avanti per ottimizzare l'informazione verso i passeggeri e per rendere il trasporto pubblico più trasparente e vicino all'utenza. In cosiderazione dell'introduzione dell'Alto Adige Pass, avvenuta nel 2012, e delle conseguenti modifiche al sistema tariffario precedente e ai successivi adattamenti ed integrazioni, l'opuscolo costituisce un supporto valido sia per gli utenti abituali che per i neofiti", conclude Mussner. La pubblicazione è frutto della collaborazione fra Agenzia per la mobilità (attiva fino allo scorso settembre), Ripartizione mobilità, Ufficio trasporto persone e Servizio informativo del trasporto integrato Alto Adige.