Il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.
Accetto i cookies
STADEIT
homeChi siamoSocietà trasparenteNewsInformazioni utiliContatti
Facile accesso ai mezzi di trasporto STAZIONI & TRENI Sostenibile & sicuro

Indagine ASTAT: Il treno è sempre più utilizzato

Mussner: Nuovi progetti per potenziare ulteriormente il trasporto pubblico

Previsto un ambizioso programma per conquistare nuovi passeggeri.
Circa 200.000 altoatesini, nel 2017, hanno utilizzato almeno una volta il treno, e 180.000 hanno preso un bus urbano. Trend crescente secondo i dati ASTAT.
Dall'Indagine multiscopo sulle famiglie del 2017, condotta dall'Istituto provinciale di statistica ASTAT in collaborazione con l’ISTAT, emerge come l’utilizzo del trasporto pubblico in Alto Adige sia stato, nell’arco di 15 anni, in crescita. Buono anche il livello di soddisfazione degli utenti, per quanto riguarda i singoli mezzi di trasporto il treno prosegue la sua fase di recupero di gradimento rispetto agli autobus urbani ed extraurbani. Nel 2017, ad esempio, sono stati circa 200.000 gli altoatesini che almeno una volta hanno utilizzato un treno, il numero di coloro che hanno viaggiato su un su un autobus urbano si attesta a quota 180.000, mentre per i bus extraurbani sono stati raggiunti i 166.000 viaggiatori.
Secondo l’assessore provinciale Florian Mussner gli ultimi dati Astat lo confermano: negli ultimi anni l’utilizzo dei mezzi pubblici è aumentato in modo significativo. L’aumento dell’uso dei mezzi pubblici, come emerso dagli ultimi dati Astat, viene giudicato positivamente dall’assessore provinciale alla mobilità Florian Mussner. "I dati mostrano però anche che sia sul fronte degli autobus che per quanto riguarda il trasporto ferroviario locale, per ora, siamo arrivati a un limite di capacità, soprattutto nelle ore di punta. Per questo occorre un ambizioso programma di implementazione e finanziamento per ottimizzare ulteriormente il servizio di trasporto pubblico locale e conquistare così nuovi utenti", sottolinea Mussner. Nei prossimi dieci anni sono numerosi i progetti nel settore della mobilità, ricorda Mussner. In questo modo la Provincia intende intensificare i collegamenti dei treni, ampliare l’offerta dei bus soprattutto nelle zone periferiche e connettere maggiormente le offerte per la mobilità locale. "Il numero di persone che in Alto Adige non usano mai o solo raramente il mezzo pubblico è ancora elevato" aggiunge Mussner. Nei prossimi anni anche questa fetta di popolazione deve diventare un target privilegiato per la promozione della mobilità su bus e treni, ha concluso Mussner.

Indagine ASTAT: Utilizzo e grado di soddisfazione del trasporto pubblico